contatti@avvocatoalbertorizzo.it
Piazza Arpino 7, 12042 Bra (CN)

Social network:

InformazioneLa Procura di Genova invia i fascicoli dei decessi da vaccinazione ad Eurojust

18 Luglio 20210

Se manterrete i nervi saldi, e non crederete all’illusione del sistema, questo enorme bluff andrà in mille pezzi

 

 

L’invio dei fascicoli ad Eurojust

Eurojust (https://www.eurojust.europa.eu/) è l’Agenzia dell’Unione Europea per la cooperazione giudiziaria penale.

La Procura di Genova, come le altre Procure italiane ed europee, sta mettendo a disposizione gli elementi raccolti in questi mesi di indagini sugli effetti avversi conseguenti alla vaccinazione.

Il coordinamento ha il compito di indagare il numero dei decessi da vaccinazione, “per comprendere l’estensione del fenomeno ed i vari provvedimenti giudiziari adottati“.

I magistrati italiani si erano già interfacciati con l’AIFA (Agenzia italiana del farmaco, https://www.aifa.gov.it/), a cui avevano segnalato i morti e le informazioni relative.

I carabinieri del NAS hanno già provveduto al sequestro di molte cartelle cliniche e delle relative schede anamnestiche, con la documentazione dell’EMA (European Medicines Agency, https://www.ema.europa.eu/en) e dell’AIFA, oltre alla lettera del CTS (Comitato Tecnico Scientifico, https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5432&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto), inviata alle Regioni sui cd. “Open day”.

Un mare magnum di documenti ed elementi che Eurojust dovrà esaminare, per trarre le conclusioni sulla applicazione della terapia genica in corso nel nostro Paese.

La causa collettiva alla Corte di Giustizia

Farà seguito a questo importante risultato, inoltre, l’avvio dell’azione alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con sede in Lussemburgo, presso le torri omonime.

La CGUE (https://europa.eu/european-union/about-eu/institutions-bodies/court-justice_it) ha il compito di garantire l’osservanza del diritto comunitario nella interpretazione e nell’applicazione dei trattati fondativi dell’Unione Europea.

La causa collettiva verrà presentata il 25 luglio ed avrà come oggetto la richiesta di sospensione immediata dell’autorizzazione provvisoria al commercio dei vaccini, in conseguenza proprio del numero dei decessi da vaccinazione finora registrati, cui il sistema si è guardato bene dal dedicare spazio e l’approfondimento invece necessario.

Finalmente, l’enorme bluff creato dal sistema è destinato a finire in mille pezzi.

Le conseguenze per la matrix dai decessi da vaccinazione

Se non ti fai il vaccino, ti tolgo lo stipendio.

Se non ti fai il vaccino, non ti faccio salire sull’autobus.

Se non ti fai il vaccino, non ti faccio fare la spesa.

La tattica del regime è tutta fondata sull’intimidazione psicologica, non sulla sua effettiva applicazione, di fatto impossibile.

I governi, nelle mani delle élite mondialiste, sanno perfettamente che il piano del Grande Reset non sta andando come previsto e quello che stanno facendo è cercare di fare più danni possibili prima della loro definitiva sconfitta.

I danni che vogliono fare sono quello di somministrare più vaccini possibili e di ridurre al massimo la popolazione, aumentando in maniera esponenziale i decessi da vaccinazione.

Nei prossimi mesi, il terrorismo psicologico aumenterà fino all’esasperazione ed i media all’unisono faranno credere falsamente che tutto questo è un obbligo legislativo, quando in realtà non lo è.

Mantenere i nervi saldi

La ricetta per contrastare questo disegno?

Se manterrete i nervi saldi, e non crederete all’illusione del sistema, questo enorme bluff andrà in mille pezzi.

Smettetela, quindi, di seguire i telegiornali e di acquistare i quotidiani o di seguire le trasmissioni radiofoniche di regime.

Vi fanno male e sono più dannosi del virus (https://youtu.be/05CAVqiebAo): l’allarmismo ingiustificato va smontato con la Verità!

Che, come l’Acqua, emergerà impetuosa e cristallina, spazzando via il disegno criminale ormai chiaro a moltissime Anime.

 

 

LEGGILO SU...


Civico24News del 20 luglio 2021

 

 

 

Per questi, e per altri approfondimenti, puoi iscriverti al canale Youtube dell’avvocato braidese Alberto Rizzo, specializzato in Diritto Bancario e Postale, nonché direttore generale dell’Accademia di Educazione Finanziaria, ente presieduto dal professor Beppe Ghisolfi, banchiere e scrittore internazionale: VISITA IL CANALE YOUTUBE

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://avvocatoalbertorizzo.it/wp-content/uploads/2020/05/alberto-rizzo-logo-footer-220x50-2.png
Piazza Arpino 7 - 12042 Bra CN
0172 44812 | 328 4643900
contatti@avvocatoalbertorizzo.it

Social network:

RIFERIMENTI

alberto.rizzo@ordineavvocatialba.eu
RZZ LRT 72M24 B111O
IT 02916940048

© 2021, PC.COM