contatti@avvocatoalbertorizzo.it
Piazza Arpino 7, 12042 Bra (CN)

Social network:

Cultura CivicaIl Fondo Centrale di Garanzia moltiplica per dieci le richieste accolte

17 Aprile 20210

Nei primi quattro trimestri del 2020 gli impieghi all’economia reale sono aumentati in misura ragguardevole e in maniera pressoché analoga sia al Centro-Nord che al Sud. Uno strumento fondamentale di supporto all’economia reale è rappresentato dal Fondo Centrale di Garanzia.

 

Di che cosa si occupa il Fondo Centrale di Garanzia per le PMI

Per offrire sostegno all’attività produttiva italiana, provata dall’emergenza sanitaria tuttora in corso, nel 2020 sono stati predisposti i decreti “cura Italia”, “liquidità”, “rilancio”.

Questi provvedimenti hanno previsto interventi per immettere liquidità nel sistema economico.

I tre provvedimenti, in sintesi, potenziano l’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI sui finanziamenti richiesti dalle imprese al settore creditizio, aumentando i plafond e le garanzie a disposizione.

Dal 19 marzo 2020, data in cui sono entrate in vigore le modifiche alle modalità operative del Fondo Centrale di Garanzia, al 10 aprile 2021, sono state presentate 1.877.179 domande, per un ammontare di 153,5 miliardi di euro.

Di questo importo, 1.210.138 domande – per un ammontare di 21,8 miliardi di euro – sono relative ad a operazioni fino a 30mila euro, garantite al 100%.

La semplificazione delle procedure ed i relativi effetti

Con questi decreti si semplificano le pratiche da seguire a livello creditizio.

Di conseguenza, sono aumentati i soggetti beneficiari e gli importi erogati.

Il Fondo di Garanzia per le PMI, tra marzo 2020 e metà aprile 2021, ha visto più che decuplicare rispetto al 2019 le richieste di garanzia accolte, pari a circa un milione e 860mila, per un ammontare di 147,7 miliardi.

Il primo effetto raggiunto è stato quello di evitare fenomeni di razionamento del credito ed assenza di liquidità osservati già durante il precedente ciclo negativo che, tra il 2012 e il 2013, è stato caratterizzato da una marcata caduta degli impieghi.

Le criticità del sistema finanziario ed il report sul Fondo Centrale di Garanzia

Nonostante alcuni risultati positivi, però, l’emergenza sanitaria ha messo in luce diverse criticità di carattere finanziario.

Ciò a causa di un tessuto produttivo costruito per la maggioranza da PMI e che necessiterà di ulteriore sostegno per lo sviluppo del Paese.

É quanto emerso dal report realizzato da Mediocredito Centrale e Svimez sull’impatto delle misure introdotte dai tre decreti, presentato lo scorso 14 aprile.

Durante la presentazione (https://www.youtube.com/watch?v=LJsfTsJYe68) sono intervenuti, tra gli altri, il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti e la Vice Direttrice Generale della Banca d’Italia, Alessandra Perrazzelli.

I relatori si sono espressi favorevolmente sul rafforzamento del Fondo.

Hanno anche rappresentato aperture sulla proroga e sull’allungamento nella durata delle garanzie.

Tutti elementi che potranno contribuire a sostenere il superamento della logica emergenziale e l’avvio della ripartenza del Paese.

Alberto Rizzo

 

Per inviarmi un tuo contributo, clicca qui.

 

Per questi, e per altri approfondimenti, puoi iscriverti al canale Youtube dell’avvocato braidese Alberto Rizzo, specializzato in Diritto Bancario e Postale, nonché direttore generale dell’Accademia di Educazione Finanziaria, ente presieduto dal professor Beppe Ghisolfi, banchiere e scrittore internazionale: VISITA IL CANALE YOUTUBE

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://avvocatoalbertorizzo.it/wp-content/uploads/2020/05/alberto-rizzo-logo-footer-220x50-2.png
Piazza Arpino 7 - 12042 Bra CN
0172 44812 | 328 4643900
contatti@avvocatoalbertorizzo.it

Social network:

RIFERIMENTI

alberto.rizzo@ordineavvocatialba.eu
RZZ LRT 72M24 B111O
IT 02916940048

© 2021, PC.COM